Tari, si abbassa ancora la tariffa rifiuti

Con una delibera del 31 marzo la Giunta ha approvato le tariffe della Tari (la tassa sui rifiuti) per il 2017, che per le utenze domestiche registrano una ulteriore riduzione media del cinque per cento circa (meno tre per cento circa per quelle non domestiche). Dall’esame dei dati contabili si rileva come l’amministrazione Sciortino, unico caso nel territorio della provincia ed in controtendenza rispetto a quanto accade anche nei centri vicini, abbia ridotto (dal 2014 al 2017) per tre anni consecutivi la Tari per un totale del 25 per cento di risparmio effettivo. Ridotto anche il peso che hanno fin qui sostenuto i titolari delle attività economiche, che beneficeranno di una riduzione del tre per cento circa. «Questo – afferma Sciortino – è il risultato dell’impegno mantenuto dalla gran parte dei cittadini rispettosi delle regole fissate per la raccolta differenziata e che ringrazio di vero cuore in quanto sono i primi artefici di questi successi». Degno di apprezzamento è, per il sindaco, anche l’impegno dell’Agesp, che cura la raccolta, e della Polizia municipale, «che vigila sul regolare svolgimento del servizio e sul corretto conferimento dei rifiuti da parte degli utenti». Ringraziamenti che Sciortino dice di non poter invece rivolgere «a quei falsi imbonitori che con ogni mezzo cercano di mettere in dubbio la validità delle scelte dell’amministrazione e che addirittura plaudono a coloro che vergognosamente continuano ad operare in difformità o addirittura ad abbandonare i rifiuti deturpando l’ambiente. Pochi per fortuna, ma che potrebbero aumentare, specie se ad incoraggiarli si ritrovano anche quelli che dovrebbero avvertire più pressante il senso e l’etica delle istituzioni di cui fanno o hanno fatto parte». Per Sciortino «come accade in ogni cosa, l’intuizione ed il buon senso dei nostri cittadini prevalgono sempre e comunque e la raccolta differenziata è in tendenziale aumento, anche se ci sono ancora ampi margini di miglioramento ». Calatafimi, assieme ai comuni di Alcamo, Marsala e Gibellina (unici nella provincia di Trapani), è stata premiata a Catania il 6 aprile nell’ambito del convegno «Rifiuti, differenziata, comuni virtuosi… attualità e prospettive», per essere tra quelli che in Sicilia hanno superato il 50 per cento di raccolta differenziata. Al convegno, voluto dalla Presidenza della Regione, organizzato tramite il suo Ufficio speciale per il monitoraggio e l’attuazione delle azioni previste ai fini dell’incremento della raccolta differenziata nei comuni della Sicilia, erano presenti l’assessore regionale all’Energia Vania Contrafatto ed il dirigente generale del Dipartimento dei rifiuti Maurizio Pirillo.