Protocollo d’intesa Cinque enti coinvolti

«Destinazione Gibellina » è il progetto nato dalla collaborazione tra la Cantina «Tenute Orestiadi», che ne è stata la promotrice, il Comune, la Fondazione Orestiadi, l’Unione delle organizzazioni ed il Cresm (Centro di ricerche economiche e sociali per il Meridione). Ognuna delle parti coinvolte si è infatti impegnata, a seconda delle proprie competenze e possibilità, attraverso un piano di marketing, a raggiungere una serie di obiettivi. Innanzitutto favorire la crescita e lo sviluppo del territorio gibellinese, con attività produttive, artistiche e culturali; attuare diverse strategie di comunicazione e promozione dei vari eventi; realizzare pratiche volte alla sostenibilità e al rispetto per l’ambiente; ma soprattutto, al termine di questa collaborazione, apportare un contributo reale e duraturo alla cittadina. Tutti e cinque gli organismi che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa, cercheranno di allacciare rapporti con istituzioni culturali e realtà produttive internazionali, promuovendo il patrimonio territoriale, culturale, ed enogastronomico. La Fondazione Orestiadi, dal canto suo, promuove da sempre attività culturali ed educative, realizzando una sintesi tra le diverse culture che si affacciano sul Mediterraneo; così come il Cresm (nella foto), che opera invece con progetti di solidarietà e cooperazione tra i diversi territori e fasce sociali più svantaggiati. Questi, insieme al Comune (il quale ha specificato che tale iniziativa non comporterà nessun tipo di impegno di spesa per il bilancio comunale), alla Fondazione Orestiadi e all’Unione delle organizzazioni, si occuperà di fornire gratuitamente spazi ed attrezzature per le attività promosse, condividendo le proprie esperienze e pubblicando puntualmente il calendario delle attività in programma. Ad ogni singola manifestazione seguirà un rendiconto, grazie anche alla creazione di un conto corrente dedicato a tale progetto sul quale far confluire le risorse. Il protocollo d’intesa avrà la durata di un anno, dopo di che potrà essere rinnovato, salvo disdetta comunicata da una o più parti due mesi prima della scadenza. (v.m.)