Prestigiosi Riconoscimenti per L’Istituto D’Aguirre – Alighieri

Continuano ad arrivare prestigiosi riconoscimenti per l’Istituto «D’Aguirre- Alighieri» che, nonostante le difficoltà per l’emergenza sanitaria, ha realizzando importanti progetti. Dopo il podio per il progetto di «A Scuola di Open Coesione» 2019-20, giunge un’altra menzione e un premio speciale per due idee imprenditoriali che simulano il funzionamento di un’impresa reale.
Il team degli «Stone-auti» della terza A del liceo classico, coordinati dai docenti Caterina Agueci e Alessio Lo presti, ha monitoraggio il progetto di risanamento del sito archeologico di Mokarta. Un progetto particolare, originale, creativo ed entusiasmante che accende i riflettori su un’area archeologica preziosissima, definita «la Pompei della preistoria» e che dimostra un forte senso di appartenenza al territorio e una grande sensibilità per la salvaguardia del bene culturale quale patrimonio della collettività. La meticolosa e appassionante attività progettuale è stata valutata la migliore tra tutte le scuole siciliane e rappresenta la Sicilia nei progetti Asoc di Opencoesione. «Si tratta – spiega Marta Ferrantelli, responsabile del centro Europe Direct di Trapani – di una competizione che impegna duemila docenti, e ventiseimila studenti a livello nazionale, con l’obiettivo di creare cittadini consapevoli che riconoscono nell’Unione Europea il valore aggiunto di un risultato di sviluppo economico e territoriale finanziato dalle politiche di coesione».
Grande soddisfazione naturalmente da parte dei docenti Alessio Lo Presti e Caterina Agueci, che hanno guidato gli studenti in questa “impresa”. «Il lavoro a distanza – sottolinea Caterina Agueci – ci ha ostacolato soprattutto per questo tipo di progetti imperniati sul lavoro di squadra. I ragazzi si sono impegnati molto e hanno speso tante energie superando i momenti di avvilimento e i pensieri di abbandono dell’attività. Per questo sono orgogliosa del premio e del brillante lavoro svolto dai miei studenti. I ragazzi con questo progetto hanno compreso il valore della trasparenza delle amministrazioni pubbliche e io di questo sono fiera».
L’altro notevole riconoscimento è stato assegnato da una giuria di professionisti ed esperti del mondo dell’impresa che hanno valutato la presentazione della business-idea e del business-plan e la comunicazione aziendale degli studenti del «D’Aguirre». Gli studenti, tramite incontri in webinar guidati e stimolati dalla trainer Melania Capo, hanno sviluppato le proprie idee imprenditoriali con un progetto che ha permesso loro di riprodurre i meccanismi di una vera azienda. Queste attività hanno permesso di partecipare alla competizione nazionale, accreditata dal Ministero dell’Istruzione, come evento di valorizzazione delle eccellenze scolastiche, denominata «Students Lab», che coinvolge ogni anno 20.000 studenti di 400 Istituti in tutta Italia. Un confronto tra le diverse realtà territoriali che favorisce l’apprendimento collaborativo. Un’esperienza pratica e un percorso di formazione che utilizza il modello delle mini-companies riconosciuto dalla Commissione Europea come «la migliore strategia di lungo periodo per l’occupabilità dei giovani».
Protagonisti di questo ambito riconoscimento sono state altre due classi dell’Istituto «D’Aguirre-Alighieri». La quarta A del liceo classico di Salemi con la mini impresa «Sexurity» nella categoria «laboratorio di comunicazione» ha ottenuto una menzione speciale per avere ideato una campagna di sensibilizzazione contro il virus Hiv. La terza A del liceo delle scienze umane di Partanna, invece, nella categoria tech (laboratorio d’innovazione tecnologica) con la mini-impresa «Smart Recycling» ha ricevuto il premio speciale «Green Economy» per la particolare attenzione alla tutela dell’ambiente con un’idea molto creativa ed originale di un bidone intelligente che agevola e semplifica la raccolta differenziata. In particolare questa mini-impresa è stata premiata da «Smemoranda», uno dei tanti partner di «Students Lab» e di «Asse4 Rete di imprese», che hanno deciso di sostenere la promozione dell’educazione all’imprenditorialità tra giovani studenti.
Tra i docenti che hanno contribuito al successo delle iniziative c’è Caterina Agueci, questa volta nella qualità di responsabile dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento assieme ai docenti referenti delle due classi, Mario Sciacca e Concetta Pecorella, che hanno supportato attivamente i loro alunni durante il percorso.
«Ho sempre creduto nella valenza culturale, didattica e formativa di questi progetti che qualificano la scuola e rendono i ragazzi più responsabili perché fin da adolescenti si approcciano al mondo del lavoro – sottolinea il dirigente scolastico Francesca Accardo –. Sono percorsi che creano una vera sinergia tra scuola e realtà lavorativa e che proiettano gli studenti in un futuro ambito occupazionale. Sono attività che spaziano da una realtà locale ad una più globale di livello europeo. Questi riconoscimenti – continua il capo dell’istituto – sono motivo di orgoglio per tutta la scuola e costituiscono il giusto riconoscimento per il lavoro eccellente che, nonostante le difficoltà della didattica a distanza, docenti e alunni hanno continuato a svolgere con grande dedizione. Una vera missione educativa encomiabile, spesso svolta senza remunerazione economica ma spinta solo dall’amore per la scuola».