La «fiera del paese»

Le tradizioni locali rivivono, per il secondo anno consecutivo, nella «fiera di paese», un appuntamento di giochi popolari che si è tenuto il primo ottobre. Raggruppati in squadre composte al massimo da cinque persone, i partecipanti si sono sfidati a colpi di tiro alla fune e di tantissimi altri giochi legati ad un tempo ormai andato. La manifestazione si è svolta interamente nella piazza san Francesco; ad organizzarla il gruppo «Volontari vitesi », in collaborazione con alcuni sponsor che, con il proprio supporto finanziario, l’hanno resa possibile. Dopo il successo dello scorso anno, l’antica tradizione popolare che segna l’inizio della stagione autunnale è quindi tornata. Molti vitesi di età più adulta portano infatti nella memoria il ricordo di una grande festa che si volgeva tra gli schiamazzi dei giovani, il clima gioioso e gli odori della tradizione culinaria. Per questa ragione, un gruppo di cittadini, mossi dalla volontà di ricreare quell’atmosfera, si è organizzato attorno al sodalizio «Volontari vitesi», che con dedizione ha dato il via, lo scorso anno, ad una serie di iniziative che hanno finito progressivamente con il coinvolgere diverse persone, dagli anziani ai più giovani. Oltre ai giochi popolari, la «fiera del paese» è stata anche l’occasione per mettere in mostra l’artigianato locale, grazie alla presenza di fieranti e di altre maestranze locali, e i piatti della cucina tipica. La manifestazione ha infatti proposto, anche quest’anno, i panini con la salsiccia e le «sfinge » fritte sul posto e da gustare calde. La fiera è proseguita tutta la sera con vari spettacoli di animazione. (Nella foto un momento dei giochi)