Interrogazioni in aula, «rimpasto» in Giunta

Richieste specif iche dei cinquestelle su un finanziamento di 140mila euro per l’accoglienza.

Dopo poco più di un mese l’aula consiliare, il 16 maggio, è tornata a riunirsi. Anche questa volta, pochi i consiglieri di opposizione presenti: Daniela Saladino, Giovanni Fici e Titti Angelo. Aprono le interrogazioni Ad aprire il dibattito le interrogazioni presentate da Daniela Saladino (M5s): una riguardante un finanziamento di circa 140mila euro stanziati per l’accoglienza. «Notizia – ha affermato la Saladino – della quale nessuno è stato informato». La consigliera ha quindi chiesto quale fosse il capitolo di destinazione in bilancio. L’assessore al Bilancio Leonardo Costa ha risposto che «le somme sono state trasferite a titolo di ristoro e che non sono destinate ad essere spese per i ragazzi ospiti delle comunità», aggiungendo che «sono state inserite in bilancio per le esigenze dell’ente che sono ravvisabili nello strumento finanziario». Una ulteriore interrogazione della stessa consigliera del M5s nasceva dalla segnalazione di alcuni cittadini che lamentano un deficit nella raccolta dei rifiuti nelle contrade. La Saladino ha quindi chiesto in che modo si possa andare incontro a tali utenti (sgravi, nuove piattaforme o cassonetti). L’assessore all’Ambiente Calogero Angelo ha risposto che «delle migliorie andranno fatte» e che «nel caso di strade private è necessario che gli interessati facciano specifica richiesta». La terza interrogazione riguardava invece l’istallazione di telecamere mobili, considerato che si risparmierebbe a lungo termine sui costi del carburante per l’attività di ispezione territoriale della polizia municipale, valutazione già fatta dall’amministrazione, che sta provvedendo. Sportello edilizia L’aula ha poi approvato il regolamento per la disciplina dello sportello unico per l’edilizia. Il piano è stato esposto da Vito Scalisi e «riguarderà tutte le vicende amministrative inerenti gli interventi edilizi e il relativo titolo abilitativo, e fornirà una risposta tempestiva per conto di tutte le pubbliche amministrazioni coinvolte». Contestualmente è stata approvata la convenzione per la gestione associata, l’acquisizione di beni e servizi e lavori con i comuni di Pantelelleria, Ustica, Linosa e Lampedusa. Come ha spiegato l’assessore Angelo, «l’accordo era stato stipulato dapprima con Calatafimi, ma non sono stati raggiunti i risultati sperati. Considerato che questi comuni hanno gia un assetto strutturale sviluppato, sicuramente si lavorerà in meglio». Il debito fuori bilancio Ultimo punto l’approvazione di un debito fuori bilancio di 32.200 euro derivante da una sentenza esecutiva emessa dal Tribunale di Marsala. La sentenza prevede il pagamento di 26mila euro ai «contrattisti » in servizio nella Polizia municipale (salario accessorio per la turnazione che va dal 2009 al 2015, straordinario del 2013, indennità di reperibilità degli anni 2009, 2010, 2011, 2012 e 2015). Novità in Giunta Poche ore prima di andare in stampa è arrivata la notizia delle dimissioni degli assessori Giuseppe Maiorana e Rosalba Valenti. Al loro posto, il sindaco Venuti ha scelto Vito Scalisi (Pd) e Francesca Scimemi. Rimodulate le deleghe: il nuovo vicesindaco è Calogero Angelo. Venuti ha voluto ringraziare gli assessori uscenti «per l’impegno ed i risultati raggiunti, nonostante le difficoltà di questi anni. Con entrambi abbiamo concordato percorsi di collaborazione nell’ottica della continuità ». Il sindaco ha tenuto per sé la delega alla Cultura «proprio per consentire, attraverso una formale collaborazione, a Maiorana di proseguire il lavoro che abbiamo iniziato insieme». Ai nuovi assessori l’augurio di buon lavoro «che certo – dice Venuti – sarà proficuo». (a.m.)