«Granfondo» di mountain-bike, un successo

Più di quattrocento iscritti hanno fatto la fortuna della quarta edizione della «granfondo», la gara di mountain-bike organizzata annualmente dall’associazione «Finestrelle bikers » di cui è presidente Antonino Catalano. A contribuire al successo della manifestazione (che aveva peraltro il patrocinio del Comune), la qualità del percorso, calato in uno scenario naturalistico di grande effetto (la riserva di Monte Finestrelle e il Bosco della Sinapa). Questa quarta edizione ha inoltre visto il coinvolgimento di numerosi volontari, che hanno affiancano nell’organizzazione i soci della «Finestrelle bikers». Gli attivisti della Pro loco e i componenti dell’associazione «Il geko » su tutti, «ma anche tanta gente comune – come precisa Catalano – che ha fatto la differenza sia sul percorso che nell’accoglienza mattutina e nella conclusiva festa serale». A vincere (parrebbe un dettaglio) è stato Pietro Agosta, della «Panormus» di Palermo, che si è aggiudicato la gara con il tempo di 2 ore e 15 minuti. Agosta ha fatto suo anche lo speciale «gran premio della montagna» (sponsorizzato dalla «E.on.»). Al secondo posto s’è piazzato Alessandro Migliore (del gruppo sportivo «Eleutero» di Misilmeri); sul terzo gradino del podio Andrea Coruzzi (dello «Showair team» di Parma). Gli organizzatori, incassati i complimenti, già lavorano alla quinta edizione, che cadrà nell’anno del cinquantesimo anniversario del terremoto del Belice. Per questa ragione si sta progettando una speciale manifestazione «di livello internazionale». Catalano non lo dice apertamente, ma in ballo c’è anche l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia.