Dal Centro-studi «Fisi.Que» il «taopatch»: allevia il dolore

Il presidente del Centro studi e  ricerca «Fisi.Que», professor  Diego Genua, ha avviato una  collaborazione professionale di  ricerca scientifica con l’associazione  «Posturalab Italia», di cui è  presidente il prof. Giuseppe  Messina (medico-chirurgo, specialista  in Odontostomatologia,  Ortognatodonzia funzionale integrata,  postgraduate in Gnatologia  clinica), che collabora  con la Facoltà di Scienze motorie  dell’Università di Palermo e nell’Ateneo  di Roma.  La collaborazione è finalizzata a  porseguire i lavori sperimentali  effettuati e presentati il 18 marzo  scorso al termine del percorso  del master di Posturologia e Biomeccanica  dell’Ateneo palermitano.  Con il lavoro presentato, dal  titolo «Nanotecnologia e postura  – Dalla ricerca alle applicazioni  pratiche», si sono voluti verificare  gli effetti prodotti dal «Taopatch  » (dispositivo medico, di  classe 1, autorizzato dal Ministero  della Sanità, prodotto  dalla «Tao Technologeies»). I  «Taopatch» sono dispositivi nanotecnologici  di forma circolare  che, con la loro stimolazione biofotonica  costante di informazioni  biologicamente attive e coerenti  con il corpo umano, riescono a  creare un detensionamento delle  aree interessate, alleviando il dolore  e favorendo, contestualmente  un riequilibrio del Sistema tonico  posturale misurabile subito,  a pochi minuti dall’applicazione,  il tutto senza rilasciare sostanze  chimiche.  Lo studio, effettuato su 45 soggetti,  ha indagato, principalmente,  gli effetti del dispositivo sull’equilibrio  statico, valutato con  la pedana stabilometrica. I risultati  sono stati molto confortanti  in quanto, in tutti i soggetti analizzati,  si è notato un miglioramento  dei parametri presi in  considerazione dalla stabilometria.  Si è notato, inoltre, che il dispositivo  potrebbe avere effetti  sull’engrammazione della fascia  linguale, facendo posizionare la  lingua allo Spot palatino, migliorando,  immediatamente, tutte  quelle patologie correlate ad una  deglutizione disfunzionale o da  un frenulo linguale corto.  La «Fisi.Que», sulla base dei lavori  effettuati, continuerà, quindi  l’esperienza di approfondimento  per la valutazione dell’equilibrio  statico e dinamico con l’ausilio  della pedana stabilometrica, al  fine di poter correlare eventuali  problemi posturali manifestati  da condizioni particolarmente alterati  della fascia linguale anteriore  e dalla deglutizione disfunzionale  con variazione di tono  della lingua che potrebbero essere  la conseguenza di alterazioni  posturali del sistema corporeo.  Con la pedana stabilometrica  inoltre è possibile rilevare vari  dati: l’Analisi Clinica Posturale  Integrata: Frontale, Barrè P-A e  L-L, con sintesi diagnostica integrata;  l’Analisi Posturometrica  (distribuzione dei carichi parziali  e totale); lo Statokinesiogramma  (Gomitolo ed Ellisse di confidenza  con l’orientamento degli  assi); la Valutazione Globale per  sintesi diagnostica, l’Analisi Dinamica  del Passo con l’elaborazione  del centro di pressione e  curve di carico.  Al progetto collaboreranno il  professor Giuseppe Messina, il  dottor Gaetano Caldarera (biologo  e posturologo), il dottor Luigi  Di Martino (ortottico e posturologo)  e il professor Diego Genua  (dottore in Scienze motorie e posturologo).  Tutte le valutazioni posturali sono  completamente gratuite in  quanto faranno parte integrante  della visita fisiatrica che sarà effettuata  esclusivamente presso il  Centro di medicina fisica e riabilitazione  «Vitality» di Vita (convenzionato  dal 1999 con il Servizio  Sanitario Nazionale), Comparto  Z/6 Lotto, n. 305; telefono  0924.955883; posta elettronica  vitalityfkt@libero.it.  Si può anche consultare il sito  specifico all’indirizzo internet  www.posturalfisique.it.