Cup chiuso, proteste

SALAPARUTA. Disagi per prenotare visite mediche. Disagi e disfunzioni per i  cittadini di Salaparuta  in seguito della chiusura  momentanea del Centro  unico di prenotazione dell’Asp  di Trapani, ubicato in  via Machiavelli. La struttura  sanitaria è chiusa al pubblico  dallo scorso 18 maggio. Da  quella data, i cittadini interessati  ad effettuare prenotazioni  di visite mediche specialistiche  sono costretti a recarsi  a Castelvetrano, che dista  circa trenta chilometri. Motivo  della chiusura? A sentire i  vertici sanitari provinciali, è  stata ravvisata la necessità di  procedere ad una «riorganizzazione  degli uffici sanitari  ed amministrativi». Di fatto  la situazione venutasi a creare  sta provocando notevoli disagi  soprattutto alle fasce più  deboli (anziani, disabili) della  popolazione. E fortuna che  nella struttura continuano a  funzionare gli altri importanti  servizi, come la pediatria di  base, la guardia medica notturna  e festiva e il servizio di  vaccinazioni. Altrimenti il disagio  sarebbe davvero totale.  Il sindaco Michele Saitta (nella  foto), su segnalazione di diversi  cittadini, si è fatto subito  portavoce del malcontento  diffuso in due incontri avuti  nei giorni scorsi con il commissario  straordinario che  regge l’Asp di Trapani, Giovanni  Bavetta. «Ho evidenziato  la necessità – spiega  Saitta – di riattivare immediatamente  la funzionalità  del Cup di Salaparuta per evitare  il perdurare dei disagi  ai cittadini». Da parte sua,  Bavetta ha assicurato che si  sarebbe prodigato per riaprire  il Cup di Salaparuta «in  tempi piuttosto rapidi».  Intanto, in attesa di procedere  alla riorganizzazione degli  uffici, il servizio sarà assicurato  almeno una volta a settimana:  il mercoledì, dalle 8 alle  13. (m.p.)