Assegnati gli alloggi

Sono stati assegnati, tramite sorteggio pubblico, gli alloggi popolari (nella foto) di via Empedocle. L’estrazione a sorte si è tenuta, il 31 gennaio, negli uffici dei vigili urbani. Il bando era stato indetto dallo Iacp di Trapani nell’agosto del 2015. Il ritardo nell’assegnazione aveva suscitato, nei mesi scorsi, l’attenzione dei consiglieri di minoranza Nicola Di Girolamo e Marusckha Zummo, che se l’erano presa con l’amministrazione comunale. Nel marzo del 2016, ricordavano i due, era stata pubblicata la graduatoria provvisoria, «redatta da una commissione istituita dallo Iacp con la presenza del responsabile dell’Area amministrativa del Comune e del vicesindaco». Occorreva a quel punto «verificare i requisiti dichiarati dagli aventi diritto e procedere alla definizione e pubblicazione della graduatoria definitiva, passo essenziale per l’assegnazione degli alloggi». Con il pensionamento del responsabile dell’Area amministrativa, però, lamentavano i consiglieri, l’intera procedura si era arenata, anche perché le competenze si rimpallavano «da un ufficio all’altro». Di Girolamo e la Zummo sottolineavano poi il rischio di una illegittimità degli atti per via del passaggio delle competenze al responsabile della Polizia municipale», che è, precisavano piccati come due provetti giurisperiti, «un organo di controllo». Un ritardo inammissibile, attaccavano, «per coloro che richiedono l’alloggio e che dispongono di risorse economiche insufficienti per acquistare o affittare un’abitazione a prezzo di mercato». I due avevano quindi chiesto, insistentente, lumi al sindaco lamentando i tempi lunghi e il rimpallo di competenze.