Sanzioni per gli abusi

EDILIZIA. Multe per le costruzioni non autorizzate. Una stretta nei confronti degli abusi edilizi. L’ha decisa la Giunta comunale, che ha recentemente approvato i criteri per la deteminazione delle sanzioni pecuniarie da applicare nei casi di violazione delle norme in materia urbanistica. La sanzione sarà commisurata alla volumetria abusiva realizzata, tranne nei casi di abusi compiuti su aree sottoposte a vincolo di inedificabilità, o destinate ad ospitare opere e spazi pubblici, o interventi di edilizia residenziale pubblica, comprese le aree soggette a rischio idrogeologico elevato o molto elevato: in tutti questi casi la sanzione sarà irrogata nella misura massima di 20.000 euro. Per gli inteventi abusivi in zone sottoposte a tutela ambientale, la sanzione sarà di 2.500 euro; in assenza di concessione edilizia o per opere realizzate in difformità rispetto a questa, la multa varierà da 2.000 a 20.000 euro. Le sanzioni sarano irrogate «in caso – specifica la delibera approvata dall’esecutivo – di accertata inottemperanza alla demolizione nei termini di 90 giorni decorrenti dalla data di notifica dell’ordinanza». Le somme introitate confluiranno in un apposito capitolo del bilancio e saranno a destinazione vincolata: potranno essere utilizzate solo per la demolizione delle opere abusive e per il successivo ripristino dello stato dei luoghi.