Salemi. L’ente sblocca i pagamenti dopo l’approvazione del bilancio 2017

In seguito all’approvazione del bilancio, sono state sbloccate le liquidazioni a favore delle ditte e delle associazioni che hanno “operato” nel Comune di Salemi. Tra le imprese, a quella dei «Fratelli Bonventre» è stata erogata la somma di 4.982 euro per la realizzazione dei lavori di somma urgenza (gennaio 2017) per la manutenzione straordinaria della condotta fognaria della via Giotto, che provoca da svariati anni smottamenti di terra sulla sottostante via Mazara. Tra le associazioni, per il 2016, liquidazione di 2.500 euro all’associazione musicale «Vincenzo Bellini» di Salemi per le festività di San Nicola e Maria Immacolata; 3.500 euro alla Pro loco per la manifestazione di San Biagio; 500 euro all’associazione «Spazio libero onlus» per il percorso di turismo accessibile di San Giuseppe; 800 euro per la realizzazione di un Altare di san Giuseppe nell’ambito delle manifestazioni per il santo falegname alla Parrocchia Maria Santissima della Confusione. Nel finanziamento di «democrazia partecipata» (ossia le somme che annualmente devono essere impegnate tramite forme di coinvolgimento delle associazioni e dei cittadini), secondo quanto si evince dall’albo pretorio, sono stati erogati 1.500 euro alla Pro loco di Salemi per l’addobbo dell’arredo urbano natalizio; 850 euro all’associazione «Artemisia » per il progetto «Mascariamo il Natale»; 900 euro all’associazione musicale «Vincenzo Bellini» per il progetto «Stage orchestra – Crescendo junior band», in attuazione del programma delle festività natalizie predisposto dall’amministrazione. I buoni pasto per l’ufficio del personale nel 2016 sono stati 16mila euro. Per il 2017 è stato stabilito un sostegno economico alle attività della «Polisportiva calcio Salemi» di 8mila euro. Il Comune ha inoltre saldato la quota associativa per l’iscrizione al Club dei borghi più belli d’Italia: 3mila euro. Liquidata inoltre l’indennità al commissario ad acta Carlo Turriciano, inviato a Salemi per diffidare gli organi politici ad approvare il bilancio di previsione 2016 e il rendiconto 2015: a lui 580 euro (di cui 330 per rimborso spese). In aggiunta sono state rimborsate le spese sostenute per l’acquisto dei libri scolastici e quelle per gli abbonamenti relativi al trasporto degli studenti pendolari. (a.m.)