La Giunta «sensibilizza». Contro il gioco d’azzardo

Una cosa è certa: l’Italia è il Paese del gioco d’azzardo con quasi 90 miliardi di euro di giro d’affari nel 2015, con i giocatori che sono sempre più giovani. Parte da questa constatazione la campagna «Mettiamoci in gioco » lanciata da enti ed associazioni contro il gioco d’azzardo e i fenomeni connessi quali l’usura, l’indebitamento e l’estorsione. Dopo Castelvetrano, Paceco ed Erice, una delegazione composta dal responsabile regionale dell’Azione cattolica Gino Gandolfo, da Vincenzo Maltese (presidente dell’Osservatorio per la legalità) e Simone Vassallo (rappresentante dell’associazione «Codici» di Trapani), ha incontrato il sindaco di Calatafimi Sciortino (nelal foto un momento), che ha preso l’impegno di portare avanti tutte le azioni di contrasto all’azzardo e alla ludopatia nel suo Comune, e al quale i delegati hanno illustrato le iniziative e le proposte da mettere in campo per arginare un fenomeno che sta diventando sempre più preoccupante, specialmente tra le fasce di giovani che sempre più vengono coinvolte. Si tratta di azioni che riguardano attività di sensibilizzazione. (p.b.)