La Fidapa di Gibellina presenta il libro «Belice» di Anna Ditta

Con le interessanti testimonianze di Lorenzo Barbera e Calogero Pumilia, gli interventi di Gaspare Gucciardi, Francesco Leone, Tanino Bonifacio, Caterina Salvo, Giuseppina Seidita e con la moderazione di Enzo Fiammetta, è stato presentato dalla Fidapa di Gibellina il libro «Belice» di Anna Ditta. Nel suo libro, la Castelvetranese Anna Ditta descrive gli eventi e i personaggi protagonisti della storia del Belice distrutto dal sisma del 1968. Racconti di lotte civili non violente di Danilo Dolci e dell’attivismo di Lorenzo Barbera per il servizio civile al posto di quello militare, di fame e di soprusi, di promesse tradite e ricostruzione mai davvero completata. L’autrice parla del visionario Ludovico Corrao che a Gibellina realizzò un’utopia in una Sicilia avara di speranza e racconta  la storia di Franca Viola, Piera Aiello e Rita Atria, donne semplici ma che hanno mostrato straordinaria indole indomabile e grande coraggio.
«Con la presentazione di questo libro, ho voluto chiudere insieme con la Fidapa Gibellina, il cinquantennale del terremoto della Valle del Belice, – afferma Margherita Fontana, presidente del sodalizio –  Sono fiera di essere riuscita nell’ambizioso doppio intento: valorizzare un autentico talento femminile e dialogare, alla presenza di un nutrito e interessato pubblico, con i protagonisti del tempo, delle diverse sfaccettature di un pensiero comune per la Nuova Gibellina».