Inaugurazione del Museo del Cretto con gli alunni del “Garibaldi-Giovanni Paolo II”

Sarà inaugurato venerdì 24 maggio, alle 17,30, nella vecchia Gibellina, il museo del Grande Cretto. La manifestazione si terrà nell’ex Chiesa di Santa Caterina, vicino alla monumentale opera di Alberto Burri. Il progetto e la realizzazione del museo sono a cura del Comune di Gibellina, con in testa l’assessore alla Cultura Tanino Bonifacio. “Il museo – spiega Bonifacio – narra la genesi e la realizzazione del Grande Cretto. Si tratta – aggiunge – di un museo che, attraverso immagini, documentazioni storiche e materiale multimediale, ricomporrà la storia di quella che oggi è la più grande opera di land art al mondo”.
L’inaugurazione del nuovo museo sarà preceduta da una performance sul Cretto con circa ottocento studenti dell’Istituto comprensivo “Garibaldi-Giovanni Paolo II” di Salemi-Gibellina che, a conclusione della “Settimana della Legalità”, realizzeranno una teatralizzazione con coreografie, frammenti musicali e un testo di Ignazio Buttitta. “Il teatro e la musica – afferma Salvino Amico, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo – sono strade maestre che aiutano a far crescere e consolidare nei nostri studenti, i valori della legalità e gli ideali di giustizia e onestà. Ringrazio tutti i docenti che hanno svolto un lavoro eccellente per l’importante missione educativa di guidare i giovani al rispetto delle regole e dei valori della correttezza e della rettitudine morale etica e civica. La scuola – conclude Salvino Amico – si deve porre sempre come presidio di legalità e centro di memoria storica. I nostri alunni devono essere le sentinelle e i fari della legalità, parte attiva e cittadini del futuro per contaminare la società con i valori della legalità e aiutare la riscossa di un territorio martoriato dal malaffare e dal crimine”