Il sondaggio del mese: gestione acqua pubblica o privata?

Il tema della gestione delle risorse idriche si impone con sempre maggiore pressione dopo l’approvazione, la scorsa estate, della legge regionale che trasferisce agli enti locali il controllo delle reti e del servizio. Molti comuni si sono però ribellati perché i costi sarebbero esorbitanti e rischierebbero di compromettere i bilanci. In più, gli enti sarebbero costretti ad investire ingenti somme per le riparazioni e la ristrutturazione delle reti. Per gli utenti, già salassati dall’Eas, si pone un dilemma cornuto: è meglio una gestione pubblica o una privata? I privati infatti avrebbero le risorse economiche per gli investimenti e per garantire la qualità del servizio. Il rischio, però, è che, perseguendo questi scopi di lucro, le bollette rischiano di diventare esorbitanti (sopra una vignetta di Pino Terracchio).

Coming Soon
Total Votes : 14