Il Giro d’Italia sulle strade di Sicilia. Progetto di alternanza scuola-lavoro

Trentacinque studenti dell’indirizzo “Turismo” dell’I.I.S.S. “Francesco Crispi” di Ribera hanno incontrato il Sindaco di Santa Ninfa, Giuseppe Lombardino, per illustrargli il progetto di alternanza scuola-lavoro «Il Giro d’Italia sulle strade di Sicilia: sport, turismo e cultura» che stanno svolgendo presso il loro Istituto. La preside Antonina Triolo, ha voluto questo progetto sul ciclismo, e quindi sulla bicicletta, perché «rappresenta – ha detto il dirigente scolastico – anche un momento di seria e consapevole riflessione su tematiche importanti come la sostenibilità  ambientale e la vivibilità delle città  e conseguente tutela del patrimonio artistico». A spiegare la valenza dell’incontro a Santa Ninfa è stato il docente Antonio Mulè: «Incontrare il Sindaco di una città che sarà sede di arrivo di una tappa del Giro d’Italia era doveroso. I ragazzi hanno potuto vedere parte del tracciato e perfino il luogo, dove sarà posta la linea d’arrivo». Il progetto intende partire dalla conoscenza della storia del Giro d’Italia attraverso le vittorie di Coppi, Bartali, Gimondi, Pantani, Nibali, per poi focalizzare le opportunità turistiche ed economiche di una manifestazione ciclistica come il Giro d’Italia, in un territorio, il Belice, che vive una profonda crisi economica. Al termine  dell’incontro, il sindaco, nel salutare alunni e docenti, ha  affermato: «Mi complimento con questi studenti per il prezioso lavoro che stanno svolgendo: un’autentica analisi storica che supera lo spazio del ciclismo stesso, affrontando un pezzo di storia italiano: mi auguro che durante il Giro d’Italia, possano collaborare con la nostra amministrazione apportando le loro conoscenze e competenze. Faremo di tutto per dare agli addetti ai lavori e ai telespettatori di tutto il mondo, un segnale di efficienza e di vitalità del nostro territorio».
Valentino Pietro Sucato (foto Vas)