Gli studenti del «Cipolla» coinvolti in un progetto didattico innovativo

Alcuni studenti del Liceo scientifico «Michele Cipolla» sono stati impegnati in un innovativo progetto sperimentale di didattica nelle scuole sui temi dell’open government. «A scuola di OpenCoesione», questo il titolo del progetto, che promuove una strategia di apertura e trasparenza sulle politiche di sviluppo grazie a un accordo tra il Dipartimento per lo Sviluppo e la coesione economica e il Ministero dell’Istruzione. Il fine è quello di costruire percorsi didattici interdisciplinari a partire dai progetti finanziati dall’Unione Europea sui rispettivi territori, sviluppando negli studenti competenze di analisi ed elaborazione dati. Partendo dall’analisi di informazioni e dati in formato “aperto” pubblicati sul portale «OpenCoesione », gli studenti possono verificare come i fondi pubblici vengono spesi sul proprio territorio, mentre la cittadinanza è coinvolta nella verifica e nella discussione della loro efficacia. Il team «Palmosa civitas» ha scelto di monitorare il progetto riguardante la riqualificazione urbana per il restauro ed il riuso dell’ex convento di San Francesco di Paola, così da garantire alla comunità un centro culturale attivo. Il lavoro, suddiviso in cinque fasi (progettare, approfondire, analizzare, esplorare, raccontare), ha consentito agli studenti di analizzare i dati da loro reperiti nel corso della visita al Centro polivalente intitolato a Giuseppe Basile, storico dell’arte e teorico del restauro castelvetranese scomparso nel 2013. Di seguito i componenti del team che ha lavorato al progetto. Project manager e head of research (ossia coloro che dirigevano il gruppo): Matilde Infantino, Sharon Coppola, Florina Varadi e Giuseppe Lombardo; social media manager: Sophia Barbera, Sofia Carollo, Matteo Cucchiara, Giuseppe Fabio Bonanno e Flavia Curiale; designer: Rosario Cognata, Giovanni Giordano, Calogero Curiale, José Cavarretta e Sonia Di Maio; blogger: Miriam Sutera, Anna Sofia Tilotta, Giovanna Noemi Zancana, Vincenzo Glorioso e Vito Di Stefano; storyteller: Diana Accardo, Valeria Palermo, Alessia Nastasi, Emanuele Terrana e Vito Maria Ippolito; analisti: Caterina Robino, Sabrina Li Causi, Mirco Curiale, Kevin Cardinale, Leonardo Cardinale e Giulio Catalano. Le tutor erano Angela Lentini e Virginia Sciarrotta. (Nella foto gli studenti coinvolti nel progetto)