Gibellina. Premio «Stella della pace». Il riconoscimento A «Medici senza frontiere»

La giuria della prima edizione del premio «Stella della pace», intitolato a Ludovico Corrao, ha deciso di assegnare il riconoscimento all’organizzazione umanitaria «Medici senza frontiere». La ong ha avuto assegnato il premio «per l’importante azione umanitaria – recita la motivazione – che si concretizza quotidianamente con il soccorso medico-sanitario a migliaia di persone in tutte le aree geografiche del mondo, vittime di emergenze, guerre e catastrofi naturali, testimoniando le sofferenze delle persone che assiste e accendendo i riflettori sulle emergenze umanitarie e dimenticate». A comporre la giuria, il direttore scientifico della Fondazione Orestiadi Francesca Corrao, il presidente dello stesso Istituto d’alta cultura Calogero Pumilia, il sindaco Sutera, gli assessori Bonifacio (nella foto), Ferro, Navarra e Pirrello. Il premio, sulla scorta della lezione di Corrao, intende riconoscere il lavoro di singoli e associazioni che, con la loro azione, contribuiscono alla promozione dei temi della pace, della solidarietà umana, del dialogo culturale e interetnico tra i popoli. La cerimonia di premiazione si terrà in estate. Alla ong premiata andranno una scultura raffigurante la «Stella», opera scultorea di Pietro Consagra, e un assegno di 3.000 euro.