Finanziato il Centro di raccolta

RIFIUTI. Firmato il decreto dell’Assessorato regionale all’Energia. A fine ottobre la firma sul decreto di finanziamento, da parte dell’Assessorato regionale all’Energia e ai servizi di pubblica utilità, ha sancito la copertura economica per la realizzazione del Centro comunale di raccolta, il cosiddetto «Ccr», nel territorio di Calatafimi, per la precisione in contrada Ponte Patti (nella foto), adiacente alla statale 113, nell’area che ospitò la baraccopoli dopo il terremoto del 1968. L’importo complessivo del finanziamento è di 2.180.000 euro, di cui circa un milione per la realizzazione del Centro di raccolta e l’altra metà per l’acquisto delle attrezzature. Questa nuova struttura permetterà di ricevere, nell’arco della giornata, ogni sorta di rifiuto, con indubbi vantaggi per l’azienda che gestisce il servizio e per i cittadini (leggasi anche risparmio sulla Tari). Il Comune di Calatafimi faceva parte dell’Ato Tp1 «Terra dei fenici», un ente costituito per gestire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti dei comuni del versante nord della provincia; oggi questo ente si è trasformato in Srr, sigla che designa la Società di regolamentazione dei rifiuti. L’Ato aveva predisposto un piano per dotare tutto il territorio delle strutture necessarie per il trattamento dei rifiuti. Fortemente voluto dall’allora assessore all’Ambiente Francesco Gruppuso (che faceva parte dell’amministrazione Ferrara), il progetto è stato curato dall’Ato. Nel piano era previsto anche il Centro di compostaggio pubblico in contrada Lagani, su un terreno confiscato alla mafia, sempre nel territorio di Calatafimi, che risulta inserito nei progetti finanziabili con il «Patto per il Sud». L’Assessorato regionale all’Energia ha deciso di trasferire al Comune l’attuazione del progetto ed il relativo finanziamento. Considerato il lungo tempo trascorso dalla prima stesura, l’Ufficio tecnico, diretto dall’ingegnere Angelo Mistretta, ha rimodulare il progetto in alcune parti, oltre ad effettuare la revisione dei prezzi. L’opera, quindi, è ora cantierabile. Nelle prossime settimane sarà bandita la gara per l’assegnazione dei lavori, che potrebbero dunque iniziare entro il 2018. Soddisfazione ha espresso l’amministrazione comunale, che in una nota ha parlato di «un importantissimo passo avanti verso una più efficiente gestione della raccolta dei rifiuti».

Summary
Finanziato il Centro di raccolta
Article Name
Finanziato il Centro di raccolta
Description
RIFIUTI. Firmato il decreto dell’Assessorato regionale all’Energia.
Author
Publisher Name
Belice C'è
Publisher Logo