Festa per la madonna di Tagliavia

Da più di un secolo, la comunità vitese celebra ogni anno la festa in onore di Maria Santissima di Tagliavia con grande fervore e devozione. Quest’anno sarà celebrata il 28 maggio, come da tradizione, nel giorno dell’Ascensione, ma i preparativi iniziano già nelle prime settimane di maggio con i laboratori per la realizzazione del pane tipico della festa e con momenti di generale condivisione tra i cittadini, che si occupano di impacchettare pane, vino, olive, arachidi e caramelle, in vista della loro distribuzione il giorno della festa. Nella settimana antecedente che va dal 21 al 27 maggio sarà, invece, possibile partecipare a tutti gli eventi, religiosi e non, organizzati dai ceti in onore della Madonna di Tagliavia. Focus della festa è la sfilata tradizionale della cavalcata per le vie del paese, che si svolgerà a partire dalle 15,30 con la benedizione dei carri presso la Chiesa Maria Santissima di Tagliavia e proseguirà nel pomeriggio, fino alle 19. Protagonisti della festa sono proprio i ceti che sfilano con i loro carri e cavalcature: primo a sfilare è il ceto del Pecorai, seguono i Cavallari, che dai loro cavalli e tipici carretti siciliani distribuiscono arachidi, confetti e caramelle alla folla. Abbiamo, poi, i Viticoltori che lanciano festosamente dal loro carro bottigliette contenente vino locale e olive. Segue il carro del ceto dei Burgisi, dal quale viene lanciata una grande quantità di arachidi, caramelle e frutta secca. Arricchisce la sfilata con canti e danze tipiche il gruppo folkloristico «Sicilia bedda», seguito dal carro del Comitato Maria Santissima di Tagliavia che offre ai presenti i caratteristici cucciddati (nella foto). Ultimo ceto è quello dei Massari, che chiude la sfilata con la Carrozza, maestosa e solenne e trainata da due possenti buoi: anche da questa verranno lanciati alla folla i cosiddetti cucciddati, i pani tipici della festa di Tagliavia. Finita la sfilata, seguirà alle 19 la celebrazione eucaristica e alle 20,30 la solenne processione, tradizionale momento religioso e particolarmente suggestivo. A mezzanotte si potrà assistere allo spettacolo pirotecnico, a conclusione di una delle feste più sentite e partecipate della provincia di Trapani, un mix di religioso e folkloristico, una tradizione antica e inestimabile. Per informazioni si può contattare la Pro Loco Vitese (0924.953049 – 371.1367666). Simona Montalbano