Consorzio per la legalità Onlus, finanziati progetti

Sono stati selezionati i progetti delle associazioni no profit che hanno partecipato al bando del Consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo che ha sede a Castelvetrano. Un bando nato in seguito di un finanziamento che il Consorzio ha deciso di stornare alle onlus dei comuni consorziati con l’obiettivo di sostenere ed incoraggiare la cultura della legalità, soprattutto tra le nuove generazioni. Secondo il prospetto delle proposte progettuali ammesse, saranno erogati 6.400 euro alla Croce rossa di Castelvetrano, all’associazione «Teatro libero» di Castelvetrano, alla Pro Loco di Paceco, alla Pro Loco di Alcamo, alla «Associazione eticologica » di Marsala; 6.223 euro andranno all’associazione «Creativa» di Alcamo, 6.048 alla Pro Loco di Partanna; 5.280 euro all’associazione culturale «Musicanti» di Marsala; 4.800 all’associazione culturale «Musica e arti» di Mazara del Vallo e 3.732 euro agli scout di Partanna. A parità di punti assegnati, per assenza di risorse restano fuori il Cresm di Gibellina, e l’Unione cattolica italiana insegnanti, dirigenti, educatori e formatori. Ammissibili ma non finanziabili anche i progetti di «Informalmente» di Trapani; un altro del «Cresm» di Gibellina; del laboratorio civico «Noi» di Castelvetrano; dell’associazione «Rerum Novarum » di Paceco; dell’associazione culturale «Network» di Palermo; di «Confabitare» di Castelvetrano; di «Tutela civica» di Castelvetrano; di «Otium» di Marsala; della cooperativa sociale «Omega» di Castelvetrano. Non ammissibili le proposte pervenute dall’Istituto tecnico «Caruso» di Alcamo e quella del Comune di Salemi in quanto il progetto era rivolto ad enti non pubblici. Ammessi ma con riserva i progetti di tre associazioni di Mazara del Vallo: quello dell’Associazione italiana per la solidarietà, dell’associazione «Giva» e dell’Unione nazionale Arma dei carabinieri. Il Consorzio, nato nel 2005, si è contraddistinto nel sensibilizzare aree ad alto tasso di criminalità, promuovendo azioni di supporto nelle zone interessate. Uno di questi riguarda proprio il programma sulla legalità. (a.m.)