Nel 2012 commissari in due comuni

I precedenti recenti nel Belice sono del 2012 con il commissariamento dei comuni di Salemi e Campobello di Mazara. Quello di Salemi fu il più eclatante per la notorietà di Vittorio Sgarbi (nella foto), allora sindaco. Al provvedimento del ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri seguirono aspre polemiche che ebbero vasta eco. Sgarbi si dimise prima della notifica del decreto e provò a convincere l’aula a seguirlo nelle dimissioni, per non dover subìre l’onta dello scioglimento. L’assemblea civica però tirò dritto, fino a quando non arrivò la mannaia del Ministero dell’Interno. Al Comune si insediò quindi una commissione straordinaria guidata dal prefetto Leopoldo Falco. Doveva restare in carica per un anno e mezzo; finì per governare la città fino alla primavera del 2014, un anno oltre la scadenza naturale della consiliatura. Ancora oggi, a distanza di cinque anni, non si ha notizia di provvedimenti giudiziari nei confronti di alcuno. Sgarbi non si dà pace e continua a chiedere lumi sulle ragioni dello scioglimento. L’ex sindaco l’ha sempre considerato un sopruso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *